Stampa

Boost 4.0 Innovative Methods of Smart Teaching

Lo scorso giugno 2022 ha avuto conclusione il progetto Erasmus Staff denominato Boost 4.0 Innovative Methods of Smart Teaching.  Il progetto avviato nel 2019 ha avuto una battuta di arresto a causa del Coronavirus ma l’Istituto "Viola-Marchesini" nella persona della DS Prof.ssa Isabella Sgarbi, nonostante il protrarsi della pandemia, non ha mai smesso di guardare all’Europa per la formazione del suo Staff.  Ben trenta (30) sono stati i docenti interessati alla mobilità internazionale che ha visto coinvolti tre paesi europei come destinazione finale: Irlanda, Malta e Belgio. L’esperienza di diciassette giorni, iniziata lo scorso anno a luglio e terminata a giugno di quest’anno con gli ultimi, si e’ sviluppata nell’intento di aggiornare la professionalità dei docenti in una serie di attività estremamente rilevanti dal punto di vista del lifelong learning (apprendimento/formazione continua). I 22 borsisti partiti a luglio e agosto 2021 hanno potuto così partecipare a corsi strutturati per l'approfondimento linguistico (lingua inglese) e corsi strutturati ai fini dell’insegnamento in lingua inglese di materie non linguistiche del curricolo, mentre gli ultimi otto borsisti, suddivisi tra Belgio e Irlanda sono partiti a maggio e rientrati a giugno di quest’anno. I docenti con destinazione Bruxelles e Galway hanno effettuato rispettivamente attività di affiancamento professionale e corsi strutturati. Le varie fasi di selezione sono state curate dalla Dirigente Scolastica prof.ssa Isabella Sgarbi, dalla prof.ssa Sara Romagnolo coadiuvata dalla Dsga Maria Diva Barutto e dal personale di segreteria. L’idea della dirigente è quella di promuovere oggi e in futuro le mobilità Erasmus fra i vari attori della scuola nell’ottica di miglioramento delle competenze professionali, metodologico didattiche, organizzative e relazionali. 
Link all’articolo Radio Rovigo
Link all’articolo Rovigo in Diretta 1
Link all’articolo Rovigo in Diretta 2
Link all’articolo Rovigo in Diretta 3
Documentazione del progetto
Immagini della mobilità

Stampa

Organismo di formazione Accreditato dalla Regione del Veneto

ACCREDITAMENTO

L’ITI "F. Viola" di Rovigo è ente accreditato presso la Regione Veneto per l’orientamento, considerato leva strategica volta a promuovere nei giovani la consapevolezza di sé e delle proprie scelte in materia di educazione e formazione. Inoltre, si inserisce in un più ampio quadro di miglioramento qualitativo dell’offerta formativa, in risposta all’evoluzione dei fabbisogni formativi del territorio al fine di garantire a tutti i diritti fondamentali all’apprendimento e al lavoro.

QUALITA’

L’IIS "Viola-Marchesini" presenta un sistema di gestione della qualità certificato secondo la norma UNI EN ISO 9001:2015 che rappresenta una garanzia del costante impegno profuso dall’Istituto per il raggiungimento degli obiettivi di qualità e del miglioramento continuo delle attività educative e formative, al fine di promuovere la soddisfazione nei rapporti con l’utenza

Stampa

Contributo scolastico.

Chi fosse impossibilitato ad eseguire il pagamento del contributo scolastico ON-LINE può recarsi presso l’Istituto Scolastico (ufficio contabile) per ottenere il bollettino di pagamento cartaceo; a seguire può recarsi presso qualsiasi tabaccheria abilitata per effettuare il pagamento

Stampa

Bionet

Fondo Europeo Agricolo per lo sviluppo rurale: l’Europa investe nelle zone rurali

 

REGIONE VENETO       PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE         REG. UE N. 1305/2013

MISURA 16

INTERVENTI DI CONSERVAZIONE E USO SOSTENIBILE DELLE RISORSE GENETICHE IN AGRICOLTURA
Bando: DGR N. 2175 DEL 23/12/2016

SOTTOMISURA 16.5

Sostegno per azioni congiunte per la mitigazione del cambiamento climatico e l’adattamento ad esso e sostegno per approcci comuni ai progetti e alle pratiche ambientali in corso.

TIPO DI INTERVENTO 10.2.1

Interventi di conservazione e uso sostenibile delle risorse genetiche in agricoltura (Progetto di conservazione PA.CO).

DESCRIZIONE OPERAZIONE

Prende il via “BIONET 2017-2022”, la Rete regionale per la biodiversità di interesse agrario e alimentare a rischio di estinzione o di erosione genetica.

Il programma può contare sull’operato di 11 partner e 70 tecnici che, coordinati da Veneto Agricoltura, provvederanno alla caratterizzazione morfologica e genetica delle varietà e la ricerca di nuove risorse genetiche autoctone, sia animali che vegetali.

I partner sono l’Agenzia Veneta per l’innovazione nel settore primario, la provincia di Vicenza, l’Istituto di Genetica e Sperimentazione agraria “N. Strampelli”, il CREA di Conegliano, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, l’Istituto Agrario “O. Munerati” di Rovigo e gli Istituti Agrari di altre province della Regione Veneto.

L’intervento dell’Istituto Agrario “O. Munerati” (I.I.S. “Viola Marchesini) riguarderà i vegetali, nello specifico le orticole,  e i cereali. L’Azienda agraria didattico-sperimentale, che si estende per 40 ettari, ha effettuato molti campi prova nel settore orticolo con la presentazione di nuovissime novità varietali, è partner del progetto SiGeCoDON  per la difesa dalle fusariosi del frumento e controllo delle micotossine, ha un nuovo vigneto progettato per la potatura e la raccolta meccanica con 5 varietà locali di viti, un prato sportivo sperimentale per il golf con sistema irriguo innovativo.

Il programma prevede la caratterizzazione morfologica e genetica di varietà locali (risorse genetiche agrarie) e la loro iscrizione nel registro nazionale delle varietà di specie agrarie e ortive.

L’istituto partecipa al Progetto “BIONET 2017-2022” con 3 varietà antiche di grano tenero (Grano del Miracolo,

Giuliari e Sabina) e 2 varietà antiche di mais (Pignoletto d’oro e Nostrano dell’Isola).

Nel settore orticolo sono invece previsti la conservazione e lo studio di colture di pregio locali venete (dotate di un notevole adattamento al nostro territori), la patata dolce ecotipo padovana, la zucca S. Bellunese, la verza moretta e il broccolo di Custoza.

FINALITA’

L’Istituto provvederà al monitoraggio del territorio per individuare nuove risorse genetiche autoctone legate alla tradizione e agli usi regionali. Tra gli obiettivi di “BIONET 2017-2022” vi è infatti anche il trasferimento ai privati dell’attività di conservazione con conseguente avvio di filiere produttive che avranno come base le risorse genetiche locali di interesse agrario e alimentare venete. Tutte le attività svolte saranno supportate da un importante sforzo di ricerca storica ed iconografica, necessario per stabilire l’autenticità delle diverse risorse genetiche e la loro presenza nei singoli comprensori individuando le connessioni reciproche con la realtà agricola del territorio.

Tra le varie ricerche effettuate sono degne di nota l’analisi dei festoni negli affreschi del Castello di Arquà Polesine in quanto ricchi di elementi botanici nel recupero e conservazione di specie vegetali a rischio erosione genetica.

RISULTATI OTTENUTI

Le relazioni saranno pubblicate il 31/08 di ogni anno, a partire dal 2018 fino al 2022.

IMPORTO FINANZIATO

€ 42.322,00.

Iniziativa finanziata dal Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2014-2020

Organismo responsabile dell’informazione: Istituto  Istruzione Superiore “Viola Marchesini” ITA “O.Munerati”

Autorità di gestione: Regione del Veneto – Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste

Allegati:

Bando borse di studio studenti per attività di caratterizzazione delle piante orticole
Avviso incarico di consulenza tecnico-scientifico per il settore orticolo
Pubblicazione Castello di Arquà Polesine

Stampa

Educazione Civica

Il quadro normativo

La legge 20/082019 n.92 ha previsto, a decorrere dal 1 settembre dell'anno scolastico successivo alla data della sua entrata in vigore (5 settembre 2019), dunque dall'a.s. 2020/21, l'introduzione dell'insegnamento trasversale dell'educazione civica per un numero di ore annue non inferiori a 33 (corrispondente a 1 ora a settimana) da svolgersi nell'ambito del monte orario obbligatorio previsto dagli ordinamenti vigenti e attraverso una curvatura degli insegnamenti proposti nella propria offerta formativa e i cui traguardi sono affidati all'autonomia di sperimentazione negli a.s. 2020/21, 2021/22 e 2022/23 secondo quanto previsto dall'art.6.del D.P.R. 275/99.

Con la legge 92/19 il Legislatore ha voluto fissare il principio secondo cui "l'Educazione civica contribuisce a formare cittadini responsabili e attivi e a promuovere la partecipazione piena e consapevole alla vita civica, culturale e sociale delle comunità nel rispetto delle regole, dei diritti e dei doveri; concorre a sviluppare la conoscenza della Costituzione Italiana e delle Istituzioni dell'Unione Europea per sostanziare la condivisione e la promozione dei principi di legalità, cittadinanza attiva e digitale, sostenibilità ambientale e diritto alla salute e al benessere della persona."

L'insegnamento sostituisce quello di Cittadinanza e Costituzione introdotto dal D.L.137/2008 (L.169/2008). Le Linee Guida di cui al decreto 35 del 22/06/2020 individuano gli specifici traguardi per lo sviluppo delle competenze e specifici obiettivi di apprendimento, in coerenza con le Linee Guida per gli istituti tecnici e professionali vigenti. I nuclei tematici a pilastro del nuovo insegnamento e da cui si declinano gli ambiti delle tematiche trasversali sono:

  1. Costituzione e cittadinanza globale
  2. Sviluppo sostenibile
  3. Cittadinanza digitale

Gli ambiti trasversali con cui si snodano i nuclei fondanti del nuovo insegnamento costituiscono una possibilità per raggruppare gli obiettivi specifici di apprendimento, aumentare le interazioni e le sinergie fra nuclei tematici e sperimentare percorsi didattici capaci di coinvolgere gli studenti.
La valutazione periodica e finale è prevista dal DPR 122 /2009. I criteri di valutazione, deliberati dal Collegio dei Docenti, nella propria autonomia di sperimentazione, per le singole discipline e già inseriti nel PTOF verranno integrati in modo da ricomprendere anche la valutazione dell'insegnamento dell'educazione civica.
L'insegnamento trasversale è valutato in decimi in seguito alla proposta del Coordinatore che la formulerà, ai sensi della normativa vigente, dopo aver acquisito gli elementi conoscitivi da parte degli altri docenti e competenti per i diversi obiettivi/risultati di apprendimento condivisi in sede di programmazione dai rispettivi Consigli di Classe.
La valutazione sarà coerente con le competenze, abilità e conoscenze indicate nella programmazione per l'insegnamento dell'educazione civica e affrontate durante l'attività didattica. Il voto in educazione civica concorre all'ammissione alla classe successiva e/o all'Esame di Stato e, per le classi terze quarte e quinte, all'attribuzione del credito scolastico. Infine in sede di valutazione del comportamento dello studente da parte del Cdc, si può tener conto anche delle competenze conseguite nell'ambito dell'educazione civica.

Scarica le linee guida ministeriali
Scarica i programmi di Educazione civica per i vari anni di corso
Scarica la griglia di valutazione delle competenze trasversali di Educazione Civica

Blog degli studenti delle classi 2E  e 2F  UDA di Educazione Civica A.S. 2020/2021

Stampa

Didattica a distanza

In questa sezione verranno caricati materiali, link, ecc. per facilitare i docenti nella didattica a distanza.

ClasseViva Aule Virtuali

Video ufficiale di ClasseViva sull'uso delle Aule Virtuali

Tutorial "ClasseViva Aule Virtuali" a cura di M. Raspa, A. Simeoni, P. Scorzoni

Video "Didattica a distanza 1" a cura di Paolo Scorzoni
Video "Didattica a distanza 2" a cura di Paolo Scorzoni
Video "Didattica a distanza 3" a cura di Paolo Scorzoni

Google Workspace Education

Guida introduttiva a Google Workspace

Video "Cominciare a lavorare con Classroom" a cura di Paolo Scorzoni
Video "Compito scritto con Classroom - Studenti" a cura di Paolo Scorzoni
Video "Compito scritto con Classroom - Docenti 1" a cura di Paolo Scorzoni

Help Docenti

Sito a cura dei docenti dell'IIS "Viola-Marchesini" con risorse utili per la didattica a distanza.
Chi vuole contribuire può inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.